Pino Strinati: “Necessario legare la fiera di Santa Barbara all’evento religioso”

Rietinvetrina

Pino Strinati, ospite lunedi 4 dicembre negli studi di Radiomondo nella trasmissione “Flipper”, è tornato sulla Fiera di Santa Barbara, anche quest’anno realizzata in zona Foro Boario dopo tanti anni in via Liberato di Benedetto e piazzale Angelucci.

 

“Propongo da questi microfoni, oggi 4 dicembre 2017, di realizzare una Fiera che sia legata all’evento religioso. I festeggiamenti dedicati alla Patrona di Rieti – commenta a Radiomondo Pino Strinati – organizzati dall’Associazione Santa Barbara nel Mondo, vedono da 19 anni la presenza in città di autorità e personaggi storici del Paese Italia e avere una Fiera legata alla Santa è fondamentale, per il bene della città.

Ricordo che a realizzare la Fiera è da sempre il Comune di Rieti.

 

“Chi va in Fiera deve andare anche in Cattedrale a pregare le spoglie della Santa. 

Il collocamento della Fiera deve dislocarsi lungo le mura cittadine, nell’asse stradale via Morroni – via Canali, oltre che in via Cintia, piazza Vittorio Emanuele II e nei chiostri.

Fondamentale realizzare una Fiera di Santa Barbara tematica: un chiostro dei libri, un chiostro dei fiori, un chiostro dedicato agli utensili, ecc. Altrimenti così, com’è oggi, rimane una qasba che rischia di morire.”

 

“Inoltre – continua Pino Strinati – bisogna promuovere la Fiera nelle città di Terni, L’Aquila, Roma e Perugia ed istituire Treninfiera con treni speciali che il 3 e 4 dicembre arrivino alla stazione di Rieti, quindi dentro città, nel cuore della Fiera di Santa Barbara, con musicisti dentro i vagoni  e nelle vie cittadine che accolgano i visitatori. Nelle mura medioevali la sera del 3 dicembre si dovrebbe ripristinare l’antica usanza che vedeva l’accensione di torce e lumini lungo le mura e nei davanzali delle case.”

 

“Infine – conclude Strinati ai microfoni di Radiomondo – propongo concerti di musica sacra nelle chiese del centro storico, visto che ci sono organi storici e moderni di grande valore. La Fiera di Santa Barbara ha visto la sua realizzazione grazie a due bolle pontificie, con Papa Niccolò IV che concesse alla città di Rieti una settimana di Fiera in onore della Santa e con Papa Gregorio XI il quale, nel 1377, concesse ai fedeli l’indulgenza di 1 anno e 40 giorni per chi di loro avesse visitato la Cattedrale di Rieti, nella quale sono conservate le spoglie di Santa Barbara.”

 

A Rietinvetrina E Radiomondo Il Riconoscimento “Santa Barbara"

Rietinvetrina

Giornata importante quella di lunedì 4 dicembre per la Patrona di Rieti, Santa Barbara. 

 

Oltre alla tradizionale fiera un zona Foro Boario, presso la caserma dei Vigili del Fuoco in via Sacchetti Sassetta si sono tenuti due tradizionali appuntamenti.

 

Il primo è stato quello dell’apertura del Comando provinciale alle famiglie, con i bambini che hanno potuto osservare da vicino gli automezzi.

 

Il secondo è stato il pranzo al quale hanno

partecipato autorità e Vigili del Fuoco.

Al termine dello stesso sono state consegnate alcune targhe riconoscimento da parte dell’Associazione Santa Barbara nel Mondo.

 

A ricevere la targa: i Vigili del Fuoco di Rieti, il giornale d’informazione online Rietinvetrina.it e la storica radio reatina Radiomondo. Un ulteriore riconoscimento anche al Comandante Ing. Maria Pannuti.

 

Foto

Rieti, Santa Barbara: sfilata sul fiume e anche domani la Fiera tradizionale

Il Messaggero

RIETI - La suggestiva fiaccolata sul Velino e le "Luci di Speranza" proiettate nel cielo dai fuochi d'artificio della ditta Morsani, dedicate alle popolazioni colpite dal sisma. Tutto davanti al Ponte Romano e alla sponda sinistra del fiume gremiti di fedeli e appassionati di Santa Barbara, che oggi pomeriggio neanche la pioggia e l'umidità sono riuscite a scoraggiare.

 

LA SFILATA SUL FIUME

Nel penultimo giorno delle celebrazioni dedicate alla Santa, patrona della città, il calendario degli appuntamenti ideato dall'associazione Santa Barbara nel Mondo, guidata con passione da Pino Strinati, chiama a raccolta a ridosso del Velino, dove la statua di Santa Barbara sfila sul gommone dei vigili del fuoco, accompagnata dalle fiaccole accese nella processione realizzata dal comando provinciale, con la partecipazione del Club Sommozzatori  Rieti e dell'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco di Rieti.

Poi l'inno suonato dalla Fanfara degli Alpini e le "Luci di Speranza", i fuochi d'artificio che preludono all'arrivo a piedi, alla Cattedrale di Santa Maria, in piazza Cesare Battisti, della statua di Santa Barbara accompagnata dalle confraternite della Misericordia, della parrocchia di Santa Barbara di Viterbo e di Sant'Antonio Abate di Vazia, per poter prendere parte, alle 18, in Cattedrale, al discorso pronunciato dal Vescovo Domenico Pompili alla città e ai Solenni Vespri, a cura della Schola Cantorum della diocesi reatina, diretto dal M° Barbara Fornara.

 

I FESTEGGIAMENTI DI LUNEDI' 4 DICEMBRE

Domani, lunedì 4 dicembre, alle 9 presso il cimitero di Rieti, la deposizione della corona al monumento in omaggio ai caduti dei vigili del fuoco. Alle 11 e alle 18, invece, le due messe entrambe presiedute dal vescovo Pompili: alle 11, al termine della celebrazione, la preghiera e il saluto del comandante provinciale dei vigili del fuoco, Maria Pannuti; alle 18, la partecipazione alla messa da parte dei sacerdoti della diocesi reatina, insieme con il coro della diocesi di Rieti, diretto dal M° Barbara Fornara.

E come di consueto, in onore ai festeggiamenti di Santa Barbara, la caserma dei vigili del fuoco di Rieti resterà aperta a partire dal mattino, con la presenza del comandante Maria Pannuti. A chi vorrà approfittare di un'occasione unica, verranno mostrati gli automezzi di soccorso, il centro operativo e i locali interni della caserma di viale Matteucci.

 

LA FIERA IN CITTA'

In occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Barbara, la tradizionale fiera segue il suo percorso a partire dal Foro Boario fino al lungovelino don Giovanni Olivieri, proseguendo poi su piazzale Leoni e continuando in via Duprè Theseider fino a via delle Orchidee.

E' prevista la chiusura al traffico e il divieto di sosta con rimozione fino alle 8 di martedì 5 dicembre in via Duprè Theseider, nel tratto da via Verani a viale Matteucci, in piazzale Leoni, in via Giovanni Olivieri e nel piazzale antistante il Foro Boario.

Interdette al traffico anche via Cottanello e via Greccio. Soltanto per la giornata di lunedì, i varchi elettronici di controllo alla Ztl saranno regolati secondo gli orari di accesso previsti per i giorni feriali.

 

Foto

Santa Barbara, In Tanti All’Aperitivo Antimafia

Rietinvetrina

Giovedi 30 novembre al centro commerciale Coop Futura si è tenuto l’aperitivo antimafia organizzato dalla sezione soci Coop Sabina e l’Associazione Libera, in occasione dei festeggiamenti per Santa Barbara nel Mondo.

 

Presente all’evento Angiolo Pellegrini, Generale dell’Arma dei Carabinieri, la Fanfara degli Alpini Centro Italia diretta dal M° Rossella Scopigno.

 

Importante risposta di pubblico, presente per tutta la manifestazione, con grande attenzione riguardo alle parole espresse dal Generale della sezione Anti mafia di palermo, Pellegrini.

 

Al termine dell’incontro i presenti hanno potuto degustare un aperitivo con prodotti tipici locali e di Libera Terra.

 

Foto

Il Generale Pellegrini Ritira Il Premio “Nel Fuoco” Tra La Standing Ovation Degli Studenti

Rietinvetrina

Giovedi 30 novembre presso la Prefettura di Rieti si è tenuto il conferimento del Premio internazionale 

“Nel Fuoco”, evento rientrante nei festeggiamenti per Santa Barbara nel Mondo.

 

Quest’anno il premio, giunto alla 19esima edizione, è conferito alla Sezione Antimafia di Palermo, per la testimonianza della legalità nei numerosi conflitti di fuoco contro la criminalità organizzata.

 

A ritirare il riconoscimento dalle mani del Prefetto di Rieti, il Generale Angiolo Pellegrini, già Comandante della Sezione dal 1981 al 1985.

 

Targa riconoscimento anche al Comandante dei Vigili del Fuoco di Rieti Ing. Maria Pannuti, al Liceo Scientifico di Rieti con la preside Stefania Santarelli a ritirare la targa ringraziamento ed infine al presidente di Libera Rieti Maurizio De Marco.

 

Standing ovation da parte degli studenti dello Jucci, presenti nella sala Vincentini della Prefettura, nel momento del conferimento della targa riconoscimento alla Sezione Antimafia di Palermo ritirata dal Generale Pellegrini.

MINISTERO DELL'INTERNO - Rieti, consegnati i premi per l’Associazione culturale Santa Barbara nel Mondo

AVVENIRE RIETI - «Come Barbara» i martiri di oggi. Tanti studenti all’appuntamento culturale della rassegna cittadina intitolata alla santa

 

Foto

SANTA BARBARA, PREMIO DI CULTURA ALL‘OPERA LETTERARIA: “DON ANDREA SANTORO”

Rietinvetrina

Martedi 28 novembre in occasione dei festeggiamenti per Santa Barbara nel Mondo, è stato conferimento il Premio di cultura “Come Barbara” all‘opera letteraria: “Don Andrea Santoro. Come granello di senape”.

Maddalena Santoro, presidente dell’Associazione Don Andrea Santoro e sorella del Martire, ha ricevuto la targa premio dalle mani del presidente della Provincia di Rieti Giuseppe Rinaldi.

Presenti il Vescovo Emerito Sua Eccellenza Lorenzo Chiarinelli e la prof.ssa Stefania Santarelli preside del Liceo Scientifico.

Tanti appuntamenti per festeggiare la Santa patrona. Buon successo per le iniziative di Santa Barbara nel Mondo

Frontiera

Proseguono i festeggiamenti in onore della patrona della città, a cura dell’Associazione Culturale Santa Barbara nel Mondo. Le celebrazioni sono iniziate il 18 novembre all’Auditorium Varrone con la presentazione dell’opera letteraria “Imago Barbarae in Nummis”, interessante volume a cura di Valentino Gunnella riguardante la figura di Santa Barbara nella monetazione italiana. Nel tardo pomeriggio sotto gli archi del palazzo papale é stata inaugurata un’originale e coloratissima mostra pittorica, con opere degli ospiti della CTR “La Villa” del CC.DD. di Rieti, P.Mirteto e S.Elpidio, e del Dipartimento Salute Mentale della Asl di Rieti.

 

Nel frattempo, la manifestazione si è spostata nel pieno centro della Capitale, nella suggestiva chiesa dei Padri Cappuccini di via Veneto, per l’evento “Spes contra Spem. Essere speranza. Forza per la rinascita” . Il Coro Virgo Fidelis del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri diretto dal Maestro Dina Guetti ha animato un toccante concerto di solidarietà dedicato alle popolazioni colpite dal tragico sisma del 24 agosto 2016. Nel corso della serata è stato consegnato il premio di cultura “Come Barbara” a Franca Zambonini, giornalista del settimanale cattolico Famiglia Cristiana e autrice del libro “Teresa di Calcutta. Matita di Dio”.

 

La manifestazione ha trovato spazio anche per i ragazzi: mercoledì 22 novembre, nel corso dell’evento “Sul loro cammino”, gli studenti dell’Istituto Magistrale di Rieti hanno vissuto un momento di riflessione ricordando le carismatiche figure di don Lorenzo Milani e Giorgio La Pira, alla presenza di Giorgio Raggi, presidente di Coop Centro Italia, che proprio di La Pira fu allievo.

 

Serata di gala con la grande musica al Teatro Flavio Vespasiano venerdì 24 novembre: la Banda Musicale della Marina Militare Italiana diretta dal Maestro Antonio Barbagallo ha dato vita ad uno spettacolo emozionante e di alta qualità interpretativa, con un particolare ed ulteriore significato considerando che Santa Barbara è anche patrona dei marinai. Nel corso della serata il premio di cultura “Brava Barbara” è stato consegnato alla neo-direttrice dei Musei Vaticani, Barbara Jatta, e al giornalista vaticanista Andrea Tornielli autore del libro “In viaggio con Papa Francesco”, mentre altri riconoscimenti sono stati conferiti al produttore cinematografico Gianluca Curti e all’ingegner Maria Pannuti, comandante del Corpo dei Vigili del Fuoco di Rieti.

 

  

Domenica 26 al convento dei cappuccini di Colle San Mauro si è aperta la mostra permanente di pittura e modellato sacri a cura del missionario-artista Franco Nicolai, con il taglio del nastro affidato all’assessore alla cultura del comune di Rieti Gianfranco Formichetti. Le giornate di lunedì 27 e martedì 28 sono state dedicate ai “martiri” del dialogo, intesi nel senso più largo del termine.

 

Lunedì mattina è stato ricordato Aldo Moro, il politico democristiano assassinato nel 1978 dalle Brigate Rosse. Ospiti nella sala consiliare della provincia, la primogenita dello statista Maria Frida e il nipote Luca, premiato per l’opera letteraria dedicata al nonno. Nella mattinata di martedì si è invece ricordata la figura di don Andrea Santoro, alla presenza di Maddalena Santoro, presidente della Fondazione dedicata al fratello.

 

Foto

SANTA BARBARA NEL MONDO, A LUCA MORO IL PREMIO DI CULTURA “COME BARBARA”

Rietinvetrina

Lunedi 27 novembre in occasione dei festeggiamenti per Santa Barbara nel Mondo, a Palazzo di Provincia Luca Moro ha raccontato il nonno Aldo, cinque volte Presidente del Consiglio, Presidente della Democrazia Cristiana e promotore insieme a Berlinguer del “Compromesso Storico” tra DC e PCI.

 

Insieme a lui presente la madre Maria Fida Moro, figlia dello storico personaggio politico, ricordato nella due giorni dedicata ai “Martiri del dialogo” voluta dall’Associazione Santa Barbara nel Mondo capitanata da Pino Strinati.

 

Nell’occasione a Luca Moro è stato conferito il premio di cultura “Come Barbara” per l’opera letteraria

Mio nonno Aldo Moro”.

Concerto del Musi’ trio in occasione di Santa Barbara nel Mondo

Corriere di Rieti

Domenica 26 novembre alle ore 16 presso la Chiesa Convento San Mauro Padri Cappuccini  si è svolto il Concerto di musica sacra e classica a cura del Musi’ trio composto da Sandro Sacco (flauto traverso), Paolo Paniconi (pianoforte) e Maria Rosaria De Rossi (soprano), in occasione dell’inaugurazione della mostra permanente di pittura e modellaggio sacri di padre Franco Nicolai, in programma per i Festeggiamenti di Santa Barbara nel Mondo.

 

Il Musi’ trio ha presentato un programma vario, con musiche di Giulio Caccini, Henry Purcell, Wolfgang Amadeus Mozart, Giuseppe Verdi, George Bizet, Gabriel Fauré e molti altri.

 

Molto apprezzato il repertorio proposto dai musicisti, da rilevare le interpretazioni strumentali eseguite con raffinatezza dal flautista Sandro Sacco e dal pianista Paolo Paniconi.

 

Non da meno i brani vocali interpretati dal Soprano Maria Rosaria De Rossi che ha saputo ancora una volta catturare l’attenzione del pubblico.

 

Presente al concerto l'Assessore alla Cultura del Comune di Rieti Prof. Gianfranco Formichetti.

 

Foto

CONCERTO MARINA MILITARE, TEATRO VESPASIANO PIENO IN OGNI ORDINE DI POSTO

Frontiera

All’interno dei festeggiamenti per Santa Barbara del Mondo 2017, venerdi 24 novembre in un Teatro Flavio Vespasiano di Rieti pieno in ogni ordine di posto, si è tenuto il concerto della Banda della Marina Militare diretta dal Capitano di Fregata M° Antonio Barbagallo.

 

L’evento è stato aperto dal video dedicato ai Vigili del Fuoco impegnati nelle zone terremotate, raccontato dal Comandante Ing. Maria Pannuti premiata dal Prefetto Valter Crudo.

 

Nel corso dell’evento è stato conferito il premio di Cultura “Brava Barbara” a Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani, prima donna in 500 anni di storia a dirigere il terzo museo più visitato al mondo.

 

Conferimento il premio di Cultura “Come Barbara” all’opera letteraria “In viaggio con Papa Francesco” di Andrea Tornielli, giornalista vaticanista e il Riconoscimento “Testimonianza dei valori cristiani nella Cinematografia Internazionale” a Gianluca Curti, produttore e distributore cinematografico.

 

Inoltre conferito il riconoscimento “Testimonianza di solidarietà” per l’attività svolta a favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016, all’Ing. Maria Pannuti, comandante Vigili del Fuoco di Rieti.

Presente anche Andrea Tornielli,  giornalista vaticanista de La Stampa, il quale ha raccontato dei suoi frequenti viaggi con il Santo Padre.

 

Emozionante anche la testimonianza di Gianluca Curti, Minerva Pictures, da sempre nel mondo del cinema, il quale ha raccontato della sua famiglia sempre impegnata nella produzione, restaurazione e distribuzione di opere cinematografiche.

 

Grande entusiasmo tra il pubblico per la magnifica esibizione della Banda della Marina Militare.

 

Foto

Santa Barbara nel Mondo, successo dell’evento “Sul loro cammino”

Corriere di Rieti

Si è svolto all’Auditorium Varrone “SUL LORO CAMMINO”, manifestazione organizzata nell’ambito dei festeggiamenti dedicati a Santa Barbara nel Mondo e coordinato dai ragazzi del Liceo di Scienze Umane.

 

Tutto l’evento ha avuto come tema l’eredità lasciata da Giorgio La Pira e Don Milani, testimoni di pace. Tra gli ospiti presenti Giorgio Raggi presidente di Coop Centro Italia, allievo di Giorgio La Pira e Monsignor Lorenzo Chiarinelli, Vescovo Emerito e i ragazzi dell’Istituto Magistrale Elena Principessa di Napoli.

 

Gli studenti del Liceo Linguistico si sono occupati delle traduzioni in spagnolo, inglese, tedesco e latino dei testi e delle citazioni di La Pira e don Milani. Gli studenti del Liceo Musicale-Coro La Fenice, invece, hanno curato l’aspetto musicale con esibizioni molto apprezzate dai presenti.

 

Scopo della manifestazione di questa mattina tenere vivo il messaggio e i valori di pace e solidarietà che Giorgio La Pira e don Milani hanno lasciato in eredità  ed esempio alle nuove generazioni. Preziosi contributi sono arrivati anche dal vice preside dell’istituto Magistrale, Alessio Valloni, dal professor Massimo Casciani e dal presidente dell’associazione Santa Barbara nel Mondo, Pino Strinati.

 

Foto

Applausi e Commozione per la manifestazione organizzata dall'Associazione Culturale Santa Barbara nel Mondo.

"SPES CONTRA SPEM. ESSERE SPERANZA. FORZA PER LA RINASCITA"

Ieri, nella prima giornata mondiale dei poveri, indetta dal Santo Padre Papa Francesco, si è svolta, presso la Chiesa di Santa Maria Immacolata dei Frati Cappuccini, la manifestazione organizzata dall'Associazione Culturale Santa Barbara nel Mondo.

 

La serata ha visto un nutrito numero di partecipanti, nonostante il fermo del traffico romano, che con particolare attenzione ha seguito l'eccellente Coro del Comando dell'Arma dei Carabinieri "Virgo Fidelis", diretto dal M° DINA GUETTI, che si è esibito con il concerto  a favore delle popolazioni colpite dal sisma del Centro Italia del 24 agosto 2016.

 

La serata ha avuto come tema “SPES CONTRA SPEM. ESSERE SPERANZA. FORZA PER LA RINASCITA” ed ha visto conferire il premio cultura “COME BARBARA” (Testimonianza dei valori universali) all'opera letteraria “TERESA DI CALCUTTA. LA MATITA DI DIO” dell’autrice Franca Zambonini, giornalista di "Famiglia Cristiana", che ha incantato la platea con i suoi racconti sulla Santa conosciuta personalmente.

Un omaggio, quindi, alla Santa dei poveri nel ventesimo anniversario dalla scomparsa.

 

A seguire il Ringraziamento per la testimonianza della solidarietà a favore delle persone colpite dal sisma al Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Il riconoscimento è stato ritirato da Valentina Gemignani Direttore dell'Ufficio di Gabinetto del Ministero

di Pier Carlo Padoan che ha citato gli interventi in campo istituzionale partiti anche dall'interno di questa Amministrazione Pubblica. 

 

Il comandante dei Vigili del Fuoco della Provincia di Rieti, Maria Pannuti, ricevendo il riconoscimento per il valoroso impegno e coraggio mostrati durante gli interventi sul territorio colpito dal sisma, ha commosso i presenti con i racconti di quei tragici momenti. L’intervento è terminato con un caloroso e sentito applauso interminabile.

 

La serata si è conclusa con il commovente messaggio “TESTIMONIANZA DELLA SPERANZA” della piccola Carolina Guerrieri e con l'accensione della fiaccola "Testimonianza della Speranza"

da parte del comandante, MARIA PANNUTI che accompagnata dalla piccola Carolina, ha dato inizio al percorso che terminerà il 3 dicembre a Rieti con la storica processione sul fiume Velino. 

 

La manifestazione organizzata dal Presidente dell'Associazione Pino Strinati e dal Presidente della sezione di Roma, Gianpiero Guerrieri, vede i prossimi appuntamenti riportati su questo sito.

 

 

Foto

Rieti, l'opera "Imago Barbarae in nummis"suggella i festeggiamenti di Santa Barbara

Il Messaggero - Rieti

RIETI - Un’anteprima per i festeggiamenti di Santa Barbara. Si sono aperti idealmente nell’Auditorium Varrone in occasione della presentazione del libro di Valentino Gunnella “Imago Barbarae in nummis”.

 

“Non perdere ma costruire faticosamente insieme il contatto con il futuro”, questa l’indicazione del Vescovo Domenico Pompili, curatore della prefazione del libro.

 

Un’esortazione che ha voluto cogliere nell’inicipit della pubblicazione il suo significato profondo.

Nello spaccato storico tratteggiato dalla monetazione è necessario infatti orientarsi ed evitare la tendenza registrata dal sociologo Bauman “di un passato visto come rifugio rassicurante che sancisce la fuga dal futuro.”

 

Si tratta di un’opera divulgativa sulla numismatica e di valorizzazione del territorio, quella scritta da Valentino Gunnella e patrocinata da Lions club Rieti. è frutto di due anni di lavoro certosino da parte dell’autore con riferimenti artistici, storici e culturali di rilievo. Nell’incontro di presentazione ad illustrare “brillantemente”, come sostenuto dal professor Gianfranco Formichetti, l’iconografia della provincia di Rieti è stata Ileana Tozzi, direttrice del Museo Diocesano di Rieti. Dal privilegio di battere moneta nel casato Gonzaga, da Guglielmo III a Carlo II,a cavallo tra Cinquecento e Seicento, è stata ricostruita la condivisa valenza civica e devozione popolare di tre immagini legate a Santa Barbara: il fuoco, la torre trinitaria e la palma del martirio.

 

Un ringraziamento all’autore per il merito di sintesi e accessibilità del testo è giunto dall’assessore alla Cultura Gianfranco Formichetti. Analizzando il contesto storico dei Gonzaga l’assessore ha ricordato la ricchezza della corte di Mantova, ospitante Monteverdi e Tasso in un periodo di opacità delle corti italiane, eccezion fatta per lo stato della chiesa, “in una dimensione che va al di là della storia moderna”. Valentino Gunnella ripercorrendo poi l’evoluzione del conio dallo stampo in gesso, al calco metallico, la battitura fino ai torchi meccanici ha evidenziato come per scelta di Guglielmo III i Gonzaga abbiano assunto Barbara come effigie.

 

Una scelta dettata dall’ampia potenza comunicativa del mezzo-moneta, “Barbara a protezione del ducato e dell’artiglieria”, come ha indicato Pino Strinati, presidente dell’associazione Santa Barbara nel Mondo.

Una fonte di ispirazione irriducibile la nostra santa per pittori, città italiane e non, patrona di Anas ed Eni. “Spes contro Spem” questo il tema dei prossimi festeggiamenti annunciati da Pino Strinati, “per essere protagonisti nella storia infondendo speranza negli altri”, nonostante tante difficoltà, testimoni di una fede incrollabile.

“Mai semplicemente rituale, l’apertura della festa patronale” ha ricordato il Vescovo Domenico Pompili. “Necessario è rileggere l’oggi aperto a ciò che ci attende con la forza dei santi, nel nostro caso di una donna che è contemporanea perché mutano le condizioni ma il loro messaggio attraversa il tempo.”

L’apertura ufficiale dei festeggiamenti è prevista per la sera del 3 dicembre,i vespri; momento in cui il Vescovo ragiona sulla città.

 

Domenica 19 Novembre 2017

 

Foto

Successo della mostra dedicata a Don Milani. In visita gli studenti del Pedagogico

Corriere di Rieti

Proseguirà fino a domenica 15 ottobre, all’interno del centro commerciale Futura in piazzale Angelucci, la mostra fotografica: “Da Barbiana a Rieti, voce dei senza voce”. La mostra è organizzata da Coop Centro Italia, Fondazione Don Lorenzo Milani, Associazione Culturale Santa Barbara nel Mondo con la collaborazione della Confraternita Misericordia di Rieti. Tantissime le persone che hanno visitato la mostra tra cui anche alcune scuole. Proprio questa mattina a visitarla sono stati duecento studenti del Liceo Pedagogico di Rieti accompagnati dagli insegnanti (nella foto). Tra i presenti anche il vescovo Monsignor Domenico Pompili.

"La mostra - fanno sapere i curatori - è stata organizzata in occasione del 50esimo anno dalla scomparsa di Don Lorenzo Milani, storico, scrittore e docente all’Istituto Barbiana, e mette in risalto la giovinezza, il seminario, l’arrivo alla scuola come insegnante e la sua opera in favore dei più giovani. Un’esperienza importante per tanti giovani studenti, non solo dal punto di vista storico, ma anche morale e di riflessione. Un’opportunità - concludono - dedicata a loro e a tutti i cittadini che vogliono conoscere più da vicino un personaggio ed un’epoca storica rimasti nella cultura italiana". 

 

Foto

Per aiutarci ad organizzare le manifestazioni puoi inviarci un contributo: 

  

BANCA PROSSIMA SPA   

INTESTATO AD ASSOCIAZIONE CULTURALE SANTA BARBARA NEL MONDO

 

IT19O0335901600100000124701

 

 

Questo sito è gestito e mantenuto aggiornato grazie al contributo volontario e gratuito di persone alle quali va il sincero ringraziamento da parte di tutta l'Associazione Culturale.

Grazie a:

Sponsor